Italiano | English

La Granfondo Matildica il giorno dopo

La Granfondo Matildica il giorno dopo

 

Lunedì 18 Luglio 2022

 

CICLISTI REGGIANI IN EVIDENZA

Nelle gare agonistiche della 50^ edizione della Matildica hanno tagliato il traguardo 91 ciclisti di residenza reggiana.

Nella graduatoria assoluta della Mediofondo la prima atleta reggiana figura al 2° posto della classifica. Si tratta di Eleonora Calvi di Coenzo del Team Rodman battuta solo dalla campionessa Europea Luisa Isonni. La seconda reggiana del mediofondo è stata Rebecca Veronesi della ASD Cooperatori che ha collezionato il settimo posto assoluto. La terza è stata Elena Vernia della S.C. Rubierese (13^).

Nella gara di mediofondo maschile i primi tre reggiani sono risultati essere: Andrea Ferrarini (New Motor Bike), classificato 30° nella graduatoria assoluta, Milo Cuccolini (Squadra Reggio) classificato 43° e Rodolfo Ruggi (Pro Cycling) classificato 44°.

Nella gara più impegnativa della Granfondo il reggiano più veloce a percorrere i 159 km del percorso è stato Stefano Zanichelli tesserato per la Nuova Corti Sassuolo, 17° nella classifica assoluta, seguito da Filippo Bigi della New Motor Bike (22°) e da Andrea Magnani di Squadra Reggio (35°). Fra le donne la reggiana più veloce della Granfondo è stata Fabia Maramotti (10° posto assoluto) di Squadra Reggio, seguita da Claudia Guatti Zuliani (19^) del Team Colpack e da Lucia Spreafico (24^) della ASD Cooperatori. 

 

INCIDENTE DI GARA PER L’ATLETA MODENESE

Il presidente della Cooperatori Roberto Camorani ha preso contatto in prima mattinata con il ciclista modenese caduto ieri in incidente di gara a Montalto nelle prime fasi della granfondo per fare sentire a lui ed alla famiglia la vicinanza della società organizzatrice. In mattinata l’atleta, che ha riportato una contusione toracica, si trovava in ospedale a Reggio Emilia.

 

UNA CICLISTA NORVEGESE E’ ARRIVATA SENZA BICICLETTA. LA COOPERATORI LE HA FORNITO IL MEZZO

Una ciclista norvegese è arrivata sabato pomeriggio a Reggio Emilia senza la sua bicicletta evidenziando alla segreteria in Piazza della Vittoria il desiderio di partecipare alla Granfondo Matildica. Grazie alla collaborazione del meccanico Stefano Ghidini è partita subito la ricerca di un mezzo idoneo ed è stato fissato l’appuntamento un’ora prima della gara per la consegna. Promessa mantenuta ! alle 6.00 di domenica mattina la norvegese ha ritirato da Roberto Camorani e messo a punto la sua bicicletta con il meccanico proprio sotto l’arco di partenza

 

NULLA DI SPRECATO AL PASTA PARTY DEI PRODOTTI TIPICI

Come da tradizione all’arrivo della Granfondo Matildica c’era il pasta party ad attendere i ciclisti affamati ed assetati. Per l’occasione la tenda con le linee di distribuzione è stata allestita al bike village in Piazza della Vittoria ed alcuni dei tavoli hanno goduto dell’ombra delle piante dei Giardini Pubblici. Nel menù offerto ai partecipanti, agli ospiti ed agli addetti ai lavori l’hanno ovviamente fatta da padrone i piatti freddi con pasta alle verdure, Parmigiano Reggiano, patate e fagioli, salumi del territorio, ben 120 kg. di erbazzone di Fattoria Italia ed una o più fette di fresca Anguria Reggiana. Il tutto corredato da bevande, Lambrusco Reggiano e Pignoletto di Cantina Albinea Canali.

Ad un banchetto predisposto per complessivi 1250 pasti, alcuni dei previsti commensali non hanno preso parte perché intimoriti dal grand caldo. Ed ecco che allora, come da copione, i pasti rimanenti sono stati resi disponibili alla mensa dei Frati Cappuccini di Via Ferrari Bonini.

Anche le rimanenze di banane, albicocche, merendine e biscotti del punto di ristoro di Castelnovo ne’ Monti non sono andate sprecate in quanto rese immediatamente disponibili al CRES del Centro Don Bosco ed ai Centri Estivi del paese.

 

TANTI COMPLIMENTI PER RISTORI ED ASSISTENZA MECCANICA

Il gran caldo l’ha fatta da padrona, ma erano ben nove i punti di ristoro presidiati dai volontari di tante associazioni dei territori attraversati e disseminati lungo i 159 km del percorso lungo ed i 125 km del percorso medio; tant’è che oggi sono arrivati alla Cooperatori tantissimi messaggi di complimenti per i costanti rifornimenti di acqua e per i tanti banchetti di frutta fresca, sali e prodotti monoporzione e bevande messi a disposizione dei ciclisti in strade e piazze attraversate dalla gara.

 

ASSALTO AL FONTANONE ED ALLE FONTANINE BLU INSTALLATE DA IREN LUNGO IL PERCORSO

Migliaia di litri d’acqua erano pronti nei vari punti di ristoro per essere versati nelle borracce dei ciclisti, ma per una volta l’acqua più gradita, perché più fresca, è risultata essere quelle delle fontanine blu installate da Iren lungo il percorso. L’esempio è stata quella di Piazza Gramsci a Castelnovo ne’ Monti, all’incirca a metà percorso, presa d’assalto da ciclisti e volontari che hanno aiutato gli atleti a riempire le loro borracce. “L’acqua della Gabellina è sempre la più buona” continuava orgogliosamente a ripetere il volontario dell’Università del Pedale….

 

GRADITA SORPRESA CON GLI SBANDIERATORI DELLA CONTRADA DI MONTICELLI

Come se non bastassero gli scorci sui vari Castelli Matildici offerti all’occhio dei ciclisti durante il percorso della Granfondo, per ricordare le Terre di Matilde di Canossa sono apparsi in Piazza Dante nel territorio di Quattro Castella anche gli sbandieratori della Contrada di Monticelli. Molti ciclisti giunti all’arrivo hanno sottolineato la gradita sorpresa, risultata essere un ulteriore sprone per pedalare ed affrontare gli ultimi 16 km di gara.

GRANFONDO MATILDICA

Granfondo Matildica

ASD Cooperatori

ASD COOPERATORI

 

via Antonio Marro 2

42122 Reggio Emilia RE

P.Iva 01672740352

© 2022 A.S.D. Cooperatori

FOLLOW US

 

CONTATTI

granfondo@cooperatori.it